Come cambia la normativa che regola il lavoro di stradini e movieri

Nuova normativa sulla segnaletica stradale utilizzata in ambito lavorativo

Dal 15 Marzo del 2019 è entrato in vigore il nuovo decreto ministeriale incentrato sul tema della sicurezza sul lavoro. Il D.M. 22 gennaio 2019, sottoscritto dai Ministri del Lavoro, della Salute e delle Infrastrutture, va a sostituire il decreto del 4 Marzo 2013, ufficializzando le nuove procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare.

Cosa è cambiato in materia di segnaletica stradale destinata ad attività lavorative

Nell’allegato I del decreto, vengono trattati i criteri generali di sicurezza per la posa, il mantenimento e la rimozione della segnaletica di delimitazione e di segnalazione delle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare.

Nel dettaglio, questo allegato fornisce indicazioni per:

  • l’impiego di movieri;
  • gli spostamenti a piedi;
  • la dotazione Dispositivi di Protezione Individuale;
  • l’impiego dei veicoli operativi;
  • la segnalazione di situazioni di emergenza;
  • la segnalazione e delimitazione dei cantieri fissi e dei cantieri mobili;
  • le segnalazioni di interventi all’interno di gallerie con una corsia per senso di marcia;
  • le manovre in retromarcia del mezzo che effettua il recupero della segnaletica.
aggiornamento-norme-cantieri-stradali

Percorso formativo per addetti alla segnaletica stradale

I corsi di formazione, che hanno come obiettivo quello di apprendere le tecniche operative in presenza di traffico, devo essere aggiornati tenendo conto delle nuove disposizioni introdotte dal D.M. 22 gennaio 2019. In particolare, l’allegato II tratta le principali modifiche in materia di formazione per addetti all’individuazione delle procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare.

Le novità in materia di formazione possono essere riassunte nel seguente modo:

  • I destinatari dei corsi sono lavoratori e preposti adibiti alle attività connesse alla segnaletica (gli altri riferimenti sono rimossi).
  • La squadra deve essere composta in maggioranza da lavoratori con esperienza nella categoria di strada oggetto di intervento (mentre nell’abrogato decreto la squadra era composta in maggioranza da operatori formati, con il nuovo D.M. tutti i lavoratori devono essere formati).
  • La formazione dei lavoratori e preposti addetti alla posa della segnaletica stradale è specifica per categoria di strada.
  • Viene introdotta la tematica delle tecniche di integrazione e revisione della segnaletica per cantieri, che vanno ad affiancare quelle già previste relative all’installazione e rimozione.
  • Il termine operatori viene sostituito da lavoratori.
  • Viene introdotto un corso di 4 ore, più esame, per il passaggio da lavoratore a preposto; il numero massimo di partecipanti nella parte teorica passa da 25 a 35 allievi (rimane invece il rapporto di 1:6 tra docente e allievi).
  • L’obbligo di aggiornamento della formazione dei lavoratori e dei preposti passa da 4 a 5 anni e il numero di ore passa da 3 a 6.

Le modifiche riguardano anche i requisiti dei docenti e degli istruttori di corsi in materia di segnaletica stradale destinata ad attività lavorative:

  • Il docente della parte teorica potrà essere il RSPP aziendale con esperienza almeno triennale nel settore stradale.
  • Il personale interno o esterno con esperienza documentata, almeno quinquennale, nel settore della formazione o nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei cantieri stradali.
  • L’istruttore della parte pratica sarà un soggetto con esperienza professionale documentata nel campo dell’addestramento pratico o nei ruoli tecnici operativi o di coordinamento, almeno quinquennale, nelle tecniche di installazione e rimozione dei sistemi segnaletici adottati per garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione stradale.

Per armonizzare tale norma alle altre in merito ai requisiti del docente formatore viene stabilito che dopo i primi 3 anni di applicazione del nuovo decreto, il docente della parte teorica, se esterno dovrà essere in possesso dei requisiti del DM 6/3/2013, con esperienza professionale nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei cantieri stradali, mentre rimangono inalterati i requisiti per il personale interno e per gli istruttori.

Omega Formazione organizza percorsi di formazione per addetti alla segnaletica stradale con lo scopo di mettere il lavoratore in condizione di eseguire in sicurezza attività lavorative in cantieri stradali, come l’installazione e la rimozione della segnaletica di cantiere, le manovre di entrata e uscita dal cantiere e gli interventi in emergenza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.